istruzioni per l’uso

Reishi Ganoderma

Dosaggio

Il dosaggio minimo efficace è 2 g. al giorno di ogni fungo. Sotto ai 2 g. al giorno i risultati sono parziali e incompleti.Gli
scienziati utilizzano nelle ricerche un dosaggio compreso tra 3-9 g. al giorno. Mediamente la durata della ricerca è di 2-3 mesi (Bensky D, 1999). Usando invece 2 g. al giorno per 1 anno, cioè 24 g. si assume un dosaggio simile a quello utilizzato dai ricercatori di 9 g. al giorno per 3 mesi.I risultati delle ricerche scientifiche e i miei 12 anni di lavoro clinico quotidiano, dimostrano che affinché il rimedio funzioni, occorre assumere almeno 2 g. di ciascun fungo al giorno (esclusi gli eccipienti).
Assumere da 3 capsule di Reishi Gano (RG) 810 mg. e 3 Ganocelium (GL micelio) 1350 mg per  un totale di 2160 mg

L’importanza della Vitamina C

Associando la Vitamina C, i principi attivi presenti nei Funghi Medicinali vengono assorbiti a livello intestinale in modo più completo. Aumenta così l’efficacia della cura.In particolare la vitamina C spezzetta le lunghe molecole presenti nei funghi in sequenze più brevi, aumentando il loro assorbimento.Inoltre la Vitamina C favorisce la sintesi del tessuto connettivo, il tessuto che costituisce il sostegno strutturale di organi e tessuti, protegge i capillari sanguigni ed è un potente antiossidante.Conviene scegliere la Vitamina C, nella forma lipo, cioè legata (esterificata) ad una sostanza oleosa (es. palmitato), perché in questa forma attraversa facilmente la membrane delle cellule, costituite da molecole di grassi. In questo modo penetra più facilmente nelle cellule. La Vitamina C essendo una vitamina idrosolubile si scioglie facilmente solo nei liquidi acquosi, quindi soprattutto negli spazi extracellulari e non penetra molto all’interno delle cellule.

Come si assumono?


Consiglio di assumere i Funghi Medicinali in un’unica somministrazione, per comodità e perchè sono altamente digeribili. Possono essere assunti a digiuno o a stomaco pieno, la scelta è a piacere. Massima libertà anche per chi invece preferisce assumere i Funghi Medicinali in due o tre diversi momenti della giornata. In questo caso va sempre associata alla assunzione degli integratori a base di funghi la vitamina C.

Anche in associazione ai farmaci

La Micoterapia può essere impiegata anche da chi usa regolarmente i medicinali. Quest’associazione risulta particolarmente preziosa, perché i Funghi Medicinali non interferiscono con i farmaci ed inoltre eliminano gli effetti collaterali provocati proprio dai farmaci. E’ bene sapere che riducono significativamente i sintomi e le cause delle malattie.

Sono compatibili con tutti i farmaci e in tutte le patologie. Sono compatibili anche con i farmaci fluidificanti, perché non solo non alterano i meccanismi della coagulazione, ma al contrario li rendono migliori. Inoltre rafforzano le funzioni fisiologiche dell’organismo, aumentano l’energia personale, migliorano lo stato emotivo e la qualità della vita. Consiglio di fare come in oriente: aggiungerli regolarmente ai farmaci, per proteggersi dagli effetti collaterali dei farmaci e per ottenere risultati migliori in tutte le patologie.

La Micoterapia è una medicina abbastanza semplice da attuare, se si è cercato di conoscere e di capire i meccanismi d’azione e gli effetti. Però per valutare anche i risultati bisogna conoscere l’organismo, le disfunzioni, le patologie e malattie e tanto altro .
Per questo “il fai da te” non è consigliato. Nel caso di malattie, un scelta fatta da soli rischia di essere un buco nell’acqua. La conoscenza della patologia, la capacità di comprensione dei sintomi, degli esami di laboratorio, delle TAC e simili esami, di altre indagini cliniche è necessario per guidare il percorso di cura.
La visita permette di personalizzare meglio la cura sulla base dei sintomi, delle condizioni generali della persona, delle abitudini alimentari, del tipo di vita, dello stato emotivo e di altre caratteristiche personali nel rispondere alle cure. Solo il medico può fare diagnosi e impostare la cura.
Trovare un medico che conosce il funzionamento dei funghi curativi dà garanzie di impostare un trattamento efficace.

Si raccomanda l'assunzione di RG&GL quotidianamente, alla mattina a stomaco vuoto e associato a vitamina C (acido ascorbico). E' inoltre consigliabile anche associare una buona quantità di acqua per favorire il lavoro renale.

RG&GL, effetti collaterali non ce ne sono. Si possono solo avvertire dei leggeri fastidi nei primi giorni che si assume. Questi

fastidi sono i seguenti:

  • lieve mal di testa

  • gonfiore addominale

  • dissenteria

Questi fastidi vengono avvertiti solamente da circa il 20% delle persone circa. Il motivo per cui si hanno questi fastidi è legato alle proprietà depuratorie e anti-infiammatorie del Ganoderma. Nei primi giorni di assunzione il processo di espulsione delle tossine, grazie al Ganoderma, aviene solo nella prima fase . Ma non preoccupatevi, il Ganoderma ha solo iniziato a fare il suo lavoro di pulizia all'interno del vostro corpo. Continuate tranquillamente ad assumerlo, cercando di sopportare questi primi giorni di sintomi.)

I benefici e le tempistiche


Tre mesi è il tempo minimo per valutare il benefico effetto dei Funghi Medicinali.
Alla fine del 3° mese si fa il primo controllo (la prima bandierina).
Durante il primo mese avviene la depurazione: ci si sente meno intossicati, aumenta l’ energia, si dorme meglio e si digerisce più facilmente.
In questo periodo i sintomi possono anche peggiorare perché i Funghi Medicinali non hanno ancora contrastato la malattia.
Due grammi di funghi non causano problemi, proprio come non danno problemi due grammi di carote o di mele.
Nel secondo e nel terzo mese i sintomi si risolvono e le funzioni deboli si rinsaldano.
Nel secondo trimestre il benessere si rafforza ulteriormente in tutte le quattro funzioni dell’organismo e i sintomi si riducono sempre più.
Da qui in poi (dal 3 al 6 mese) i Medici Curanti vedono miglioramenti nei loro pazienti , al punto da ridurre loro stessi l’uso di alcuni medicinali.

" ATTENZIONE AVVISO IMPORTANTE" 

L'assunzione del Reishi Ganodrma lucidum è ovviamente SCONSIGLIATO nei soggetti che hanno presentato allergia ai funghi. Non deve essere assunto quando sono in corso terapie con antiacoaugulanti o con immunosoppressori, o chi ha ricevuto un trapianto d'organi, donne in garvidanza, in gravidanza e allattamento non se ne conoscono gli eventuali effetti collaterali, motivo per cui è bene valutare con un professionista l’eventuale assunzione.